Microdiscectomia per ernia del disco lombare

F. Rubenthaler, R.H. Wittenberg

La microdiscectomia per ernia del disco lombare è diventata una tecnica
comune ed è considerata attualmente l'intervento elettivo per
il dolore sciatico dovuto a ernia discale, qualora sia fallito il trattamento
conservativo. L'indicazione principale è rappresentata da ernia
del disco a un singolo livello, o da patologia di un ulteriore livello con grave
dolore radicolare correlato. Lo svantaggio di questa tecnica è la mancanza
di orientamento intraoperatorio con la palpazione. Il livello deve essere valutato
di routine, prima o durante l'intervento, con l'uso di un amplificatore
di brillanza. Tuttavia, essa offre significativi vantaggi rispetto alla tecnica
aperta:un'incisione più piccola e una ridotta cicatrizzazione
epidurale, data la minore area esposta durante l'intervento. La procedura
chirurgica è divisa in due parti. La prima, la preparazione fino al legamento
giallo, è eseguita senza l'utilizzo di un microscopio. Nella seconda
fase, invece, una volta aperto il canale midollare con speciali strumenti chirurgici
sotto controllo microscopico, si procede alla rimozione dei frammenti discali
estrusi e alla valutazione della parte posteriore del disco.


© 2001, Editions Scientifiques et Médicales Elsevier SAS. Tutti
i diritti riservati.


Abbonati online

Mastercard
Visa
American Express
Discovery
Paypal