Instabilità traumatica cronica dello scafolunato

L. De Smet

L'instabilità dello scafolunato è il tipo più
frequente d'instabilità carpale. Il legamento scafolunato intrinseco
(interosseo)(SLL, ScaphoLunate Ligament) è il principale stabilizzatore
del carpo. Rotture dell 'SLL creano un quadro di collasso carpale chiamato
instabilità del segmento dorsale intercalato (DISI, Dorsal Intercalated
Segment Instability) con rotazione dello scafoide e dissociazione tra scafoide
e semilunare. Questo porta a una progressiva artrosi denominata SLAC (ScaphoLunate
Advanced Collapse).

Il trattamento nella fase acuta e subacuta consiste nella riparazione dell'SLL.
Nella fase cronica, questo è raramente possibile ed è quindi necessaria
una ricostruzione. In assenza di artrosi, si possono eseguire una capsulodesi,
una legamentoplastica o un'artrodesi parziale. In presenza di lesioni cartilaginee,
sono disponibili solo procedure di salvataggio: carpectomia della filiera prossimale,
scafoidectomia con artrodesi a quattro angoli o denervazione. Raramente è
necessaria un'artrodesi radiocarpometacarpale totale.


© 2001, Editions Scientifiques et Médicales Elsevier SAS. Tutti i
diritti riservati.


Abbonati online

Mastercard
Visa
American Express
Discovery
Paypal