Il gomito paralitico

L. Nagy

A prescindere dall'estensione della paralisi, per recuperare l'uso dell'arto
superiore è indispensabile ripristinare la funzionalità del gomito.
Tale recupero è particolarmente importante nei pazienti con una buona
funzionalità della mano, poiché consente di muovere l 'arto nello
spazio, garantendo allo stesso tempo uno stabile ancoraggio dell'avambraccio,
entrambi requisiti indispensabili per poter afferrare e manipolare gli oggetti.
Il ripristino della funzionalità del gomito è altrettanto importante
nei pazienti che presentano una mano con mobilità ridotta o paralizzata,
in quanto rende più efficiente la funzionalità di presa tra il
corpo e il braccio flesso. L'efficacia della funzionalità del polso è
determinata dalle condizioni degli organi e delle articolazioni vicine: la spalla,
l'avambraccio e la mano.

La scelta della tecnica più adatta, tra le varie descritte di seguito,
dipende dalle esigenze del paziente, dall'entità della lesione o paralisi
e dal tempo trascorso dall'insorgenza del deficit. Le opzioni chirurgiche includono
le procedure micro-chirurgiche. Il capitolo affronta le indicazioni, i principi
del trattamento e le varie tecniche utilizzate. Oltre a descrivere la ricostruzione
del nervo muscolocutaneo e il suo potenziamento, l'Autore di questo capitolo
illustrerà le principali tecniche di trasposizione nervosa (neurotizzazione)
in presenza di lesioni nervose irreparabili o di avulsioni della radice. Infine,
presenterà le più importanti tecniche di trasposizione muscolare
per la rianimazione e il potenziamento del gomito.


© 2002, Editions Scientifiques et Médicales Elsevier SAS. Tutti
i diritti riservati.


Abbonati online

Mastercard
Visa
American Express
Discovery
Paypal